I Draghi

Dalla casa, situata in Via Lame, parte un muro con 15 arcate, che costeggiano la Strada Provinciale n. 12. Queste arcate, nel 2012, sono state oggetto di studio di un progetto ideato dagli artisti Marco Memeo e Jins Paolo Gillone, che prevede l’installazione di sezioni  in metallo raffiguranti  due draghi che si oppongono, con un pozzo stilizzato che li divide, all’interno delle arcate. I due draghi simboleggiano lo stemma di Cisterna, che trae origine da quello della famiglia Dal Pozzo, Principi della Cisterna e di Belriguardo. All’interno di ogni sezione si prevede la realizzazione un disegno che reinterpreti un momento del calendario rituale contadino che caratterizzava questo territorio.

La prima arcata è già stata allestita con una fiamma del drago che illustra il rituale “Cantè j’euv” realizzata dall’artista Marco Memeo con l’opera “Piovono uova”. L’associazione Museo in questi anni ha cercato finanziamenti per concludere l’opera, purtroppo senza successo.

Il catalogo con il progetto completo (finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino nel 2008)


Stampa   Email